Home > Videomaking > Bilanciamento del bianco – Videomaking
Macchina fotografica - Bilanciamento del bianco

Bilanciamento del bianco – Videomaking

Il bilanciamento del bianco nel videomaking

Il bilanciamento del bianco (WB) fa parte di quei concetti base in fotografia che viene ripreso totalmente dai videomaker nel campo video.

Infatti stiamo parlando di una delle impostazioni più significative della macchina digitale.

Leggi anche l’articolo sull’esposizione fotografica, un altro concetto usato nei video che viene ripreso dalla fotografia.

Bilanciare il bianco significa regolare l’intensità dei vari colori di modo da avere la corretta immagine dei singoli colori.

Sicuramente è capitato a tutti almeno una volta di fare uno scatto e notare che i colori sono diversi da quelli reali. In questo caso sicuramente non è stato effettuato un corretto bilanciamento del bianco.

Utilizzo del bilanciamento del bianco

Ci concentriamo di più sulle macchine fotografiche digitali, che oggi vanno per la maggiore. In fase di impostazione abbiamo la possibilità di scegliere dei settaggi predefiniti.

Bilanciamo sempre in base alle condizioni di luce e la nostra reflex o mirrorless provano a venirci incontro.

Questi possono essere per esempio: luce diurna, nuvoloso, tungsteno, flash etc…

È possibile (è solitamente è la scelta consigliata) utilizzare un’impostazione personalizzata.

Questo consiste solitamente nel fotografare un foglio bianco (o grigio) nella nostra ambientazione e dire alla nostra macchina che deve bilanciare in base a quello.

Normalmente si utilizza questa impostazione personalizzata per avere un bilanciamento più corretto possibile.

Temperatura del colore

Per i tecnicismi meriterebbe di entrare in campo la temperatura del colore e i gradi Kelvin ma ci sono molti siti che ne parlano sicuramente meglio di come ne potrei parlare io.

Per dare una spiegazione veloce possiamo dire che la luce visibile ha una caratteristica che è appunto la temperatura del colore.

Una temperatura più alta tenderà più a colori freddi come il blu mentre una più bassa tenderà più a colori caldi come l’arancione.

Il fotografo o il videomaker, grazie a tutto a questa ha una certa libertà di poter dare il tono che pensa più giusto alla sua fotografia o al suo video.

Leggi anche l’articolo Chi è il Videomaker?

Bilanciamento del bianco in post produzione

Può capitare che in quando registriamo un video abbiamo sbagliate impostazione e quindi il girato non è corretto.

Cosa fare in quei casi, bisogna buttare tutto nel cestino?

Fortunatamente no, grazie a molti programmi di post produzione possiamo agilmente correggere il nostro video in maniera che sia corretto.

Questo processo fa parte di un altro importante aspetto definito color correction che non spiegherò in questo articolo.

Nonostante questo è sbagliatissimo pensare che comunque si può sempre sistemare dopo.

Prevenire è meglio che curare.

È sempre buona norma avere un girato o una foto già corretti in maniera da lavorare sempre il meno possibile in post produzione.

Anche perché è sempre meglio e più semplice lavorare con dei file già corretti escludendo la possibilità di avere degli errori dati da impostazioni iniziali sbagliate.

Esempi

Bilanciamento del bianco corretto

Bilanciamento del bianco scorretto

Conclusioni

In realtà anche in questo caso non abbiamo parlato molto di video in quanto ma di concetti fondamentali che derivano dalla fotografia.

Il bilanciamento del bianco è una banalità, anzi è una delle cose essenziali per poter avere un video  o una foto corretti tecnicamente.

Puoi trovare altri articoli relativi al videomaking cliccando qui.

About Federico Verrengia

Federico Verrengia
Appassionato di cinema e videomaker. Lavoro attualmente come programmatore di computer e videomaker freelance. Canale YouTube sotto il nick di One Man che tratta video di viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *