Home > Commedia > Bridget Jones’s Baby – Trama e Recensione

Bridget Jones’s Baby – Trama e Recensione

Bridget Jones’s Baby

Il terzo capitolo della fortunata serie è un film ben fatto, ovviamente costruito non tanto perché c’era un gran bisogno di raccontare una nuova storia della simpatica Bridget Jones ma per scopi commerciali, ma questo è sottinteso oramai i sequel li fanno quasi sempre per questa ragione.

Bridget Jones’s Baby – Trama

La storia inizia con Bridget che è tornata single (dopo anni di fidanzamento e nessun matrimonio) ma non è questo per lei il vero problema, infatti la vera mancanza che lei sente e che non la fa sentire una donna realizzata è un figlio.

Oramai lei è fuori dalla vita mondana e non trasgredisce mai, tutto si basa sul suo lavoro.

Il suo desiderio di maternità è lontano e il fatto che tutte le sue amiche\amici già hanno un figlio a lei dà un senso di rassegnazione.

Grazie ad una sua amica abbandonerà questa sua vita monotona concedendosi una serata di trasgressione con uno sconosciuto.

Pochi giorni dopo rincontra il suo ex Mark Darcy che riuscirà nuovamente ad affascinarla e farla sua per una notte.

La storia ha un punto di svolta quando Bridget Jones rimane incinta ma non sa di chi loro due sia il padre.

Bacio tra Bridget Jones e Jack Qwant
Jack Qwant (Patrick Dempsey) bacia Bridget Jones (Renee Zellweger)

Bridget Jones’s Baby – Recensione

La storia non è originalissima due possibili padri per un futuro nascituro, è un contesto già rivisto molte volte.

Ma anche se la base non è originale va anche detto che il film si sviluppa alla grande, colpi di scena, gag comiche e poi la sorridente Renée Zellweger che questa volta per sua fortuna non ha dovuto ingrassare chili per recitare la parte (come era avvenuto per i film passati).

Il viso “rifatto” dell’ attrice  in verità sottrae un pò di simpatia al personaggio paffuto di Bridget Jones, ma la  Zellweger riesce comunque a dare una buona prova di sé.

Il nuovo arrivato è Patrick Dempsey  che interpreta il ruolo del secondo pretendente ed è perfetto in questo ruolo: affascinante, romantico, simpatico darà grana da torcere all’ormai ex compagno serioso, poco divertente ma a suo modo affascinante impersonato da Colin Firth.

Le battute e le risate non mancano anche quando son fin troppo ricercate, utilizzando vecchie gag, che però ripeto sono impostate alla perfezione, inoltre le tempistiche  e i dialoghi funzionano bene.

La grande mancanza per chi è fan di questa Saga è Hugh Grant il quale da mitico attore anni novanta ultimamente si vede sempre meno, questa era forse l’occasione per la ribalta ma per qualche motivo (anche se nel film parlano del suo personaggio) non compare mai.

Bridget Jones’s baby è quindi un film da vedere in famiglia per farsi delle sane risate, divertirsi in compagnia e che ricorda che in amore non esistono regole.

Valutazione

Valutazione SunnyCinema

User Rating: Be the first one !

About Daniel Prestifilippo

Daniel Prestifilippo

Vedi anche

Ready player one - Wade Watts entra in OASIS

Ready Player One – Trama e Recensione

Ready Player One Dopo pochissimo tempo dall’uscita di The Post, il regista maestro, Steven Spielberg ritorna a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *