Home > Drammatico > La ragazza del treno

La ragazza del treno

La ragazza del treno

Tratto dal Bestseller omonimo, La ragazza del treno, è uscito nelle sale italiane il 3 novembre 2016.

Dal soggetto di Paula Hawkins il film è diretto da Tate Taylor (il regista di The Help).

Senza ombra di dubbio Emily Blunt, nel ruolo della protagonista Rachel Watson, dà un prova di eccezionale interpretazione nascondendo le piccole e poche imprecisioni che si potrebbe trovare nell’intera pellicola.

La ragazza del treno – Trama

Rachel Watson (Emily Blunt), 32 anni, un divorzio alle spalle da cui non si è mai ripresa e in preda all’alcolismo.

Licenziata dal lavoro a causa di quest’ultimo fatto, continua tutti i giorni a prendere il treno che la portava in sede per mantenere la facciata con la sua coinquilina.

Nel suo percorso ferroviario costeggia diverse case, e una in particolare che non può fare a meno di notare.

Vi vive una coppia che per lei è l’ultima speranza di credere che possa esistere una relazione d’amore sincero.

La ragazza del treno - Megan
Megan (Haley Bennett) in una scena del film

Però arriva il giorno in cui Rachel vede Megan (Haley Bennett), la ragazza della coppia, baciarsi con un’altra persona.

Dopo questo gesto di tradimento Rachel vede distruggersi le ultime speranze e sopratutto dopo la scompara di Megan, riemergeranno verità a galla del tutto inaspettate.

La ragazza del treno – Recensione

Tra quelli che hanno letto anche il libro sono sopraggiunte un po’ di delusioni, tra le più grandi la poco conoscenza dei vari personaggi.

Detto questo Emily Blunt, ha affrontato la parte in maniera fantastica. L’angoscia e il dolore arrivano e sono dirette.

La ragazza del treno - Rachel guarda fuori dal finestrino
Rachel (Emily Blunt) guarda fuori dal finestrino del treno

Il film ha quell’aria un po’ tenebrosa, molto scura e buia anche se poi le varie sequenze non sono così violente come ci si potrebbe aspettare.

Il personaggio di Megan invece sembra un po’ vuoto, spento, poco raccontato e forse si nota semplicemente perché facente parte della trama. Poteva probabilmente essere presentata in maniera migliore.

Quest’ultimo forse è il problema un po’ che si presenta per tutti i personaggi che fanno da contorno a quella della protagonista.

Per quanto riguardo il montaggio e i vari salti temporali niente da dire. Complicato ma non troppo, e piano piano con una costante linearità si va verso la comprensione della storia.

Senz’altro sarebbe stato più emozionante conoscere più affondo i vari personaggi ma, la ragazza del treno è appagante e piacevole e riesce a lasciarti un misto di angoscia e speranza alla fine della sua visione.

Valutazione

Valutazione SunnyCinema

User Rating: Be the first one !

About Federico Verrengia

Federico Verrengia
Appassionato di cinema e videomaker. Lavoro attualmente come programmatore di computer e videomaker freelance. Canale YouTube sotto il nick di One Man che tratta video di viaggi.

Vedi anche

Ready player one - Wade Watts entra in OASIS

Ready Player One – Trama e Recensione

Ready Player One Dopo pochissimo tempo dall’uscita di The Post, il regista maestro, Steven Spielberg ritorna a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *