Home > Commedia > Lo stagista inaspettato – Trama e Recensione

Lo stagista inaspettato – Trama e Recensione

Lo stagista inaspettato

Lo Stagista Inaspettato è un film diretto dalla statunitense Nancy Meyers nel 2015.

Robert De Niro e Anne Hathaway sono i due protagonisti che sebbene azzeccatissimi, non furono indicati inizialmente come prima scelta dalla regista. Pellicola ambientata nella grande e affollata Brooklyn.

Lo stagista inaspettato – Trama

Robert De Niro dimostrerà come i pensionati con la loro esperienza possano essere una ricchezza in un contesto lavorativo e umano e che i giovani spesso dovrebbero vedere in essi un bene prezioso dal quale attingere consigli e lezioni di vita e non qualcosa di ormai “marcio”.

Entrato in Azienda in punta di piedi, tra lo scetticismo generale, l’anziano stagista Ben Whittaker (Robert De Niro) ne uscirà invece acclamato sul trono.

Lo stagista inaspettato – Recensione

Commedia che affronta un tema interessante capace di coinvolgere ogni tipo di pubblico. Il muro generazionale, ahimé tipico della nostra società, è abbattuto da un intramontabile e bravissimo Robert De Niro.

Non è assolutamente vero che anziani e giovani non abbiano nulla da condividere; tanto per cominciare, entrambi hanno bisogno di qualcosa che solo l’altro possiede, anche se in pochi se ne rendono conto.
Se le persone avessero una scadenza come lo yogurt non si parlerebbe più di persone ma appunto di cibo.

Lo stagista inaspettato somministra metaforicamente ai suoi “figli” acquisiti e in particolare alla splendida Jules (Anne Hathaway) un’iniezione stracolma di cose positive che sarà fondamentale per il superamento delle loro difficoltà personali e grazie alla quale in seguito si trasformeranno, quasi per magia, in persone un po’ migliori.

Bellissimo il rapporto di odio e amore tra Ben e Jules o, più nello specifico in questo caso, di rispetto\disprezzo che muterà con pregevoli sfumature di contorno nel corso del film.

Per niente fuori luogo la storia amorosa che lo stagista intraprende con la coetanea Fiona (Rene Russo) che riesce a portare avanti con lo spirito di un adolescente alla prima cotta ma con una maturità ammirevole.

Sceneggiatura ben fatta che non rende assolutamente pesante la visione.

Oltre all’immersione profonda nei rapporti umani non manca in questo film una piccola dose d’azione dovuta a colpi di scena e a qualche avvenimento tutt’altro che lento.

L’alchimia tra De Niro e Hathaway e la loro indiscutibile bravura arricchisce ancora di più il buon lavoro di Nancy Meyers.

Pellicola fresca, genuina e piacevole che fa divertire e riflettere in maniera semplice e diretta.

Valutazione

Valutazione SunnyCinema

User Rating: Be the first one !

About Lucio De Stradis

Lucio De Stradis

Vedi anche

Tomb Raider - Lara Croft scende alla ricerca di testori

Tomb Raider (2018) – Trama e Recensione

Tomb Raider La famosa serie di videogiochi di Tomb Raider torna a fare capolino anche al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *