Home > Azione > Suicide Squad – Trama e Recensione

Suicide Squad – Trama e Recensione

Suicide Squad

L’ultima locandina sull’ondata dei suoi fratelli dal genere supereroi uscita in italia il 13 agosto 2016: Suicide Squad.

Effettivamente sarebbe un errore chiamare fratello perché sarebbe più corretto chiamarlo cugino in quanto come protagonisti abbiamo antieroi.

Nonostante questa piccola diversità che risulterà essere la parte più divertente del film parliamo di una trama già sentita.

Suicide Squad – Trama

Un gruppo di criminali super pericolosi viene assoldato da Amanda Waller (Viola Davis), agente governativo che punta su di loro per missioni ad alto rischio di morte.

Pensate se Superman decidesse di planare giù, scoperchiare la Casa Bianca e portarsi via il Presidente dallo studio ovale. Chi lo fermerebbe? Amanda Waller

Vengono comandati dal colonnello Flag (Joel Kinnaman) anche se è il cecchino Deadshot (Will Smith) il vero perno centrale.

Una tra di loro, la dottoressa June Moore (Cara Delevingne), posseduta da uno antico spirto malvagio, L’incantatrice si ribella e si stacca dal gruppo con l’intenzione di sterminare la terra spinta da tutta la prigionia a cui è stata costretta.

La missione della Suicide Squad è proprio quella di ferma l’incantatrice.

suicide squad la task force
La task force di criminali assoldati da Amanda Waller

Suicide Squad – Recensione

Il film è sostanzialmente diviso in 2 parti:

  • La prima dove viene presentata la Suicide Squad
  • La seconda dove sono presenti i vari scontri

La prima parte è scorrevole e ogni personaggio viene presentato con cura descrivendo le fondamenta dei loro caratteri o semplicemente raccontando piccole parti della loro vita.

Viene raccontata in particolare e con dei bei dettagli, la folle storia d’amore tra il Joker (Jared Leto) e Harley Quinn (Margot Robbie). In questa piccola trama staccata e spezzata all’interno del film lo rende non poco più piacevole.

Nonostante questo gli antagonisti del film sembrano essere presenti solo per dare un senso e una storia più ampia e non come facenti parte della trama vera e propria.

Da segnalare inoltre la scomparsa poco chiacchierata di El Diablo (Jay Hernandez) che anche a seguito della piccola amicizia che si stava creando fra i protagonisti, la sua morte di sacrificio per il gruppo sembra non scalfire nessuno.

Insomma in Suicide Squad, tanti personaggi affascinanti e ben costruiti avrebbero meritato una trama molto migliore di quella che è stata.

Valutazione

Valutazione SunnyCinema

User Rating: Be the first one !

About Federico Verrengia

Federico Verrengia
Appassionato di cinema e videomaker. Lavoro attualmente come programmatore di computer e videomaker freelance. Canale YouTube sotto il nick di One Man che tratta video di viaggi.

Vedi anche

Ready player one - Wade Watts entra in OASIS

Ready Player One – Trama e Recensione

Ready Player One Dopo pochissimo tempo dall’uscita di The Post, il regista maestro, Steven Spielberg ritorna a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *