Home > Avventura > Tomb Raider (2018) – Trama e Recensione

Tomb Raider (2018) – Trama e Recensione

Tomb Raider

La famosa serie di videogiochi di Tomb Raider torna a fare capolino anche al cinema. L’ultima pellicola che seguiva le avventure di Lara Croft risale infatti a 15 anni fa quando usci nelle sale Tomb Raider – La culla della vita (2003).

Inoltre non è più Angelina Jolie a vestire i panni di Lara ma l’eroina razziatrice di tombe è interpretata dal Premio Oscar Alicia Vikander (Scopri i vincitori dei Premi Oscar 2018).

Il film, diretto da Roar Uthaug è stato realizzato con un budget di 94 milioni di dollari ed è uscito nelle sale italiane il 15 marzo 2018.

Tomb Raider – Trama

Lara Croft (Alicia Vikander) vive da sola da quando suo padre è scomparso anni prima.

Guida una vita semplice e umile rifiutandosi di ereditare la holding multinazionale del padre dichiarandone la morte.

Quando si sta per decidere riceve dal notaio un rompicapo, una volta risolto entra in possesso di una chiave che apre il mausoleo di famiglia dei Croft entrando in contatto con i segreti delle avventure del padre.

Lara parte alla volta dell’isola di Yamatai con la speranza di trovare il vecchio Croft ancora in vita.

Tomb Raider - Lara Croft nella classica posizione con le pistole
Lara Croft nella classica posizione con le pistole

Tomb Raider – Recensione

Il nuovo Tomb Raider si apre facendosi entrare in contatto con questa ragazza sola e indipendente quando ancora non è l’avventuriera che tutti conoscono.

Lara è contraddistinta da una grande forza che si collega direttamente alla sua speranza di ritrovare il padre ancora in vita.

Il film comincia quindi senza frivoli, dopo una breve conoscenza della futura avventuriera arriviamo subito all’incidente scatenante e quindi alla partenza di Lara.

Ma comunque rimane un film d’avventura e azione e lo si comincia a notare di più quando la ragazza si avvicina sempre più all’isola misteriosa.

Tomb Raider - Lara Croft scende alla ricerca di testori
Lara Croft (Alicia Vikander) in una scena del film.

Come da regolamento man mano che ci avviciniamo al finale i pericoli aumentano e la concentrazione sul film comunque non viene meno.

Abbiamo comunque qualche cliché, possiamo arrivare a capire già dapprima qualcosa a cui ormai siamo abituati ma alla fine dei conti come un buon film d’avventura dovrebbe fare, riesce a essere piacevole, pieno di azione e di sorprese.

Sotto l’aspetto tecnico molto ben fatto, bella la scenografia, la fotografia e un plauso anche per gli effetti visivi.

Arrivati alla fine della nostra recensione di Tomb Raider possiamo consigliarlo tranquillamente sulla sicurezza che non annoierà il pubblico e che vi regalerà due ore piacevoli.

Valutazione

Valutazione SunnyCinema

User Rating: Be the first one !

About Federico Verrengia

Federico Verrengia
Appassionato di cinema e videomaker. Lavoro attualmente come programmatore di computer e videomaker freelance. Canale YouTube sotto il nick di One Man che tratta video di viaggi.

Vedi anche

Ready player one - Wade Watts entra in OASIS

Ready Player One – Trama e Recensione

Ready Player One Dopo pochissimo tempo dall’uscita di The Post, il regista maestro, Steven Spielberg ritorna a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *